NICOLA MONTELLA: BIOGRAFIA

Nato nel 1987, Nicola Montella ha iniziato lo studio della chitarra classica all’età di otto anni, sotto la guida del M° G. M. Fontanella, diplomandosi nel 2005 con il massimo dei voti. Nell’anno accademico 2008/09 ha conseguito, presso il Conservatorio “Gesualdo da Venosa” (PZ), con il massimo dei voti, il Diploma accademico sperimentale di II livello in Discipline musicali, Biennio Specialistico Formazione Docenti (Chitarra); presso il Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino, nel 2011, sotto la direzione del M° Lucio Matarazzo, ha conseguito, con il massimo dei voti, la Laurea specialistica in Discipline musicali a indirizzo interpretativo e compositivo in Chitarra, Area concertistica sulla Musica del Novecento.

A completamento dei suoi studi, negli anni 2004-2007, ha seguito, presso l’Accademia Romana di Musica, i corsi annuali di Alto Perfezionamento chitarristico di Maurizio Colonna.

Dal 2008, presso la Fondazione Musicale “Città di Gorizia” (dal 2009 anche presso il Conservatorio di Avellino), fino al giugno 2011, ha frequentato i corsi biennali di Alto Perfezionamento Chitarristico del M° Aniello Desiderio.

Negli anni 2011-2013 ha frequentato, sempre con il M° Aniello Desiderio, il corso di Alto perfezionamento chitarristico biennale presso l’Accademia Internazionale Musicale di Koblenz (Germania). Successivamente, ha preso parte ai corsi di Perfezionamento del repertorio chitarristico del M° Paolo Pegoraro e del M° Adriano del Sal, presso l’Accademia musicale Segovia di Pordenone, e ai Seminari di interpretazione chitarristica tenuti dal M° Frédéric Zigante, presso la Scuola Civica Arcangelo Corelli di Castellaneta (TA).

Ha partecipato, inoltre, come allievo effettivo, alle Master classess internazionali dei Maestri:  Margarita Escarpa, Shin-ichi Fukuda, Hubert Happel, Goran Krivokapic, Carlo Marchione, Lorenzo Micheli, Thomas Offerman, Arturo Tallini, Giulio Tampalini.

La proficua attività concertistica l’ha visto protagonista in rinomate manifestazioni musicali sia in Italia sia all’estero, tra le più recenti si ricordano i concerti: Acerra Guitar meetings (Acerra, ottobre 2016), Guitar Competition Winners (Pordenone, maggio 2016), Festival internazionale della chitarra classica di Girona, Festival internazionale della chitarra classica di Aranda de duero (Spain 2015-2013); il concerto al S. Giacomo festival di Bologna (Agosto 2015) i concerti in Cina nell’aprile 2015, tenuti in alcune prestigiose sale di teatro della città di Pechino (Centennial Haa, Peking University; Sunrise Concert Hall, BUAA; The Club House, Chateau Regalia; The Club House, Shadow Creek); i concerti di apertura al Festival chitarristicoCittà di Celano” (marzo 2014) e al Guitar Festival Fiuggi (luglio 2013).

Nel corso degli anni è stato premiato in numerosi e importanti concorsi chitarristici nazionali e internazionali. Si dà notizia solo dei premi recenti, partendo dalle  importanti affermazioni conseguite all’estero: 1° premio: Pleven international guitar competition (Bulgaria 2016), 1° premio: Guimarães International Guitar Festival, (Portogallo 2016), 1° premio al Sinaia International Guitar Competition (Romania, 2016), 1° premio: Concurso Internacional de Guitarra Villa de Aranda, (Spagna 2014); 2° premio: Andres Segovia, (Linares, Spain, 2013); 3° premio: Changsha International Guitar Competition (Cina, 2016), Vòlos international Guitar Festival (Grecia 2015), Brussels International Guitar Competition (Belgio 2014), Guitar festival Brno (Rep. Ceca 2014) e nel Concorso internazionale Ciudad de Coria  (Spagna 2014), con l’assegnazione anche del Premio del pubblico. Altresì, si ricordano i primi premi conseguiti in: Concorso chitarristico “Giulio RospigliosiCittà di Lamporecchio (Marzo 2012); Concorso chitarristico internazionale xmas guitar contest città di Lecce “Salento guitar festival” (dicembre 2012). I secondi premi in: Concorso chitarristico internazionale “Città di Fiuggi” (Luglio 2013); Concorso Internazionale “Piano Guitar Festival” (Ottobre 2013); Concorso nazionale di chitarra “Città di Celano” (Aprile 2013); Incontri chitarristici del Mediterraneo (Gennaio 2012). I terzi premi in: Concorso Internazionale di Esecuzione musicale per chitarra – Mottola (Luglio 2012); Concorso Internazionale “Città di Fiuggi”; Concorso musicale “Città di Lissone” (Aprile 2012).

Nel 2011 gli è stato assegnato il premio Avellino in musica come migliore allievo della Masterclass sull’Interpretazione delle opere e della tecnica chitarristica del M° Aniello Desiderio.

Nel 2015 il Comitato scientifico del Convegno Chitarristico Internazionale di Alessandria gli ha assegnato – dopo attenta valutazione della sua attività artistica e professionale – il prestigioso premio La Chitarra d’oro “Per la migliore giovane promessa internazionale”.

Nel 2016 viene pubblicato il suo primo CD, dal titolo Sonata, presentato nella trasmissione Primo movimento di Radio tre (12/12/2016), condotta da Guido Zaccagnini e nella trasmissione Arpeggio, di Radio Vaticana (30/12/2016), con la presenza dell’autore in studio, intervistato dal curatore della trasmissione Luigi Picardi; presentato, successivamente, a Radio Popolare (5/01/2017), con intervista in studio. Hanno scritto su alcuni suoi concerti: “Nicola Montella ha mostrato una eccezionale padronanza tecnica e una notevole sensibilità, racchiuse in un suono di grande nitidezza (…), il pubblico piuttosto numeroso è andato letteralmente in visibilio” («Critica Classica»); “Dell’approccio interpretativo di Nicola Montella piace l’equilibrio tra phatos espressivo (…) e vigorosi tratti di suono, metaforicamente, quasi scultorei. (…). Dotato di notevole e solidissima tecnica, nonché di sensibilità sicura (…), il plauso è stato unanime («Roma»). Su alcune recensioni del CD: “Una delle prime cose che si può apprezzare del lavoro di Montella, giovane leone da concerto, (…) è il gusto per la simmetria: due sonate  (…) che hanno il compito di aprire e chiudere la registrazione, (…), non scevre del tipico virtuosismo paganiniano: (…) affrontato magistralmente dall’esecutore… («Il Corriere musicale», 5 nov. 2016); “Montella suona con passione, oltre che con maestrìa, il suo strumento e ci conduce su sentieri poco esplorati con sonorità vibranti” («Musica», 282, dic-genn. 2017); “Montella riesce in un’operazione che ne denota, oltre alle qualità tecniche, anche la notevole maturità artistica: interpreta ogni brano con un suono diverso, sempre bello, sempre ricco, ma diverso, adattandosi ai diversi stili presenti nel cd e conferendogli un movimento sonoro interno davvero interessante. Ottimo lavoro.” («Neuguitars», gennaio 2017).